I rossetti nude non sono tutti uguali

I rossetti nude non sono tutti uguali!

Condividi

Per ogni carnagione esiste la shade perfetta. Qual è la tua? Scopriamolo insieme…

È un colore che non può mancare nei nostri beauty case, un passepartout per tantissimi look capace di “salvarci” dall’indecisione. Il nude è un vero e proprio must have quando si parla di make-up, anche se scegliere la tonalità giusta non è sempre facile. Ecco, dunque, una piccola guida su come individuare i rossetti nude perfetti per voi.

Il nude non è un colore universale

Partiamo da questa nozione base, che però non è così scontata come potrebbe sembrare! Il termine nude è nato, infatti, per identificare il “color carne”, ma fino a poco tempo serviva ad identificare il color carne caucasico. Un concetto poco (o per niente) inclusivo, che non teneva conto delle differenti tonalità di pelle.

Negli ultimi anni il nude è diventato un vero must have, nel beauty così come nel fashion system, dando vita anche a un dibattito su un’ipotetica questione razzista dietro a questa nomenclatura. Il re delle calzature Christian Louboutin ha perfino ampliato la sua linea di scarpe nude con nuove nuance.

Insomma, più che un colore il nude è un concetto! E questo vale anche quando parliamo di make-up e di rossetti nude.

Come individuare la shade perfetta

Il rossetto nude si sceglie in base alla carnagione e al tipo di effetto che si vuole ottenere. Possiamo scegliere un tono su tono con la nostra pelle per un effetto molto sofisticato, oppure optare per un colore leggermente più rosato per un look più angelico.

In realtà, la gamma dei rossetti nude è potenzialmente infinita perché infinite sono le tonalità della pelle e delle labbra.

Ecco, proprio in base alla nostra pelle, o meglio in base al sottotono, possiamo individuare le shade più adatte a noi:

  • Per le carnagioni molto scure, un tocco di bordeaux o magari il color mogano sono la scelta più indicata, mentre la pelle scura viene valorizzata dai toni del caramello o dal malva.
  • Per enfatizzare un tono di pelle medio (olivastro o mediterraneo) si punta su colori caldi: tutte le sfumature dei marroni, anche con un pizzico di arancione.
  • Passiamo alla pelle chiara, che risalta alla perfezione con una tenue sfumatura di rosa. Ricordate però di creare sempre un contrasto (anche minimo) con la pelle: le labbra devono notarsi e non “mimetizzarsi” del tutto con il viso.
Tagged on: